BREVE MEMORIA: VERBASCUM thapsus E LA BIODIVERSITA’, LA FAME NEL MONDO ed altro; di Piero Pistoia e Gabriella Scarciglia

A Roberto Nicolini (opinioniweb) è piaciuto questo articolo considerato fantastico, come da comunicazione (17-07-2019) di WordPress.com all’Amministratore del blog.

piero-pistoia-curriculumok (#)

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Per leggere il breve scritto iniziale in pdf di Piero Pistoia, cliccare su:

VERBASCUM thapsus, INTERVENTI MINIMALI E PROBLEMI PLANETARI – breve memoria

Per continuare, leggere sotto direttamente…

Per leggere i sette posts relativi ai ‘diari’ di un percorso floristico, cercare  in questo blog ‘percorso floristico!

Questi interventi, pur minimali, potrebbero funzionare anche come apprendistato a garanzia per chi già opera o vorrebbe operare nelle grandi strutture mondiali (veri e propri trust finanziari) invocate per risolvere questi problemi planetari, creando su esse una maggior fiducia da parte dei popoli.

Però, il problema accennato di fatto è davvero estremamente complesso e forse non risolvibile; almeno due sono i filtri certi in cui si perdono gli aiuti, uno negli apparati per mantenere attiva la struttura e l’altro in quelli politici che controllano il territorio di arrivo (capi tribù, stregoni…). Noi intanto ci sentiamo di affermare, come nostra opinione, che, sulla garanzia e fiducia in enormi strutture piramidali costituite da centinaia di umani dotati di libero arbitrio, auto-controllate ed auto-gestite che tendono in ogni caso ad auto-mantenersi (vedere da Google il ‘Paradosso di Godèl’), rimaniamo un po’ perplessi e con qualche interrogativo. Se non vogliamo prendere in considerazione anche il fenomeno dell’Enantiodromia eraclitea sul bene ed il male (leggere su questo blog cercando Enantiodromia), che gioca spesso un ruolo rilevante nelle strutture complesse!

In proposito, io e mia moglie Gabriella abbiamo da raccontare una storia vera a noi accaduta tempo fa senza precisare nomi di cose e persone. Al tempo della guerra nel Cossovo o subito dopo, conoscevamo, e lo conosciamo ancora,  un personaggio considerato da noi un caro amico da più di mezzo secolo (almeno da parte nostra), serio, affidabile, di natura buona e generosa [vedere NOTA], appartenente ad una di queste strutture, che periodicamente si recava  nei territori di guerra, certamente per fare del bene. Si decise allora di consegnargli un certo pacchetto di dollari, secondo le nostre possibilità, non per trasferirli alla struttura, ma per portarli con sé e, se avesse incontrato in quel territorio disastrato per es., una donna con figli, a suo parere, avrebbe dovuto consegnare i dollari direttamente nelle loro mani. Questo accadde, mi sembra, per un paio di volte. La terza volta il nostro personaggio non poté partire per cui  avrebbe affidato il pacchetto ad un altro della stessa struttura con il solito incarico, ma, disse che non avrebbe potuto garantirci l’esito, senza ulteriore precisazione (certamente si riferiva alla consegna diretta a mano!). Questo evento, però, di preciso non esauriva il percorso futuro, e, se meditiamo su quanto accaduto senza essere prevenuti, forse potremmo continuare a ricavarne qualche risposta a qualche interrogativo e perplessità.

NOTA

Questo personaggio, In più occasioni, oltre al lavoro certamente significativo all’interno della’ struttura grande’, quando in famiglie di immigrati con figli il capofamiglia perse il lavoro, attivò comitati, ora per l’acquisto di cibo, ora per la raccolta mensile di soldi, ora per cercare loro nuovo lavoro; ma, più significativo, fu quando sorprese due immigrati a rubare in casa, e gridò loro “Dove scappate, tornate indietro e prendiamo un caffè insieme!”; di fatto lasciò a loro il bottino (mi pare 200 euro, perdita non trascurabile  per le sue finanze) e l’evento fini lì. Ma per i Tribunali per la Santificazione, dove si cerca la presenza del miracolo come causa determinante, a nostro avviso, non dovrebbe esistere miracolo più grande della rara presenza fra gli umani, sempre più indifferenti, autistici ed egoisti,  di personaggi di questa levatura che, comprendendo la difficoltà organizzativa della ‘grande struttura’, attivano in diretta anche il dettame evangelico!

Piero Pistoia e Gabriella Scarciglia

LA LETTERATURA DISTOPICA di Andrea Pazzagli

La letteratura riscrive modelli distopici di cultura sociale in divenire (indesiderabili, spaventosi, opposti all’utopia),  a partire dal ventesimo secolo e nei primi anni del secolo successivo fino ad oggi, aperti, sembra, ad un futuro sempre più incerto per l’umanità.

L’Editore

Per leggere l’articolo di Pazzagli in pdf cliccare su:

DISTOPIA

Dello stesso autore sono in programmazione ulteriori riflessioni e precisazioni al margine dell’articolo precedente e un’analisi e commento sul film-icona nominato, “Blade Runner”.

BREVE RACCONTO SU UN EVENTO DI NATURA: arrivo improvviso delle rondini; scritto di Piero Pistoia (con il supporto di Gabriella Scarciglia)

Per vedere il breve scritto di Piero Pistoia e Gabriella Scarciglia cliccare su:

BREVE RACCONTO DI UN EVENTO DI NATURAok

Questo particolare e gradevole fenomeno naturale si è esaurito purtroppo in pochi giorni, poi rondini, rondinini e forse qualche balestruccio sono scomparsi dal nostro pezzetto di cielo e l’albero ‘straniero’ è tornato, nel silenzio consueto del quotidiano, con i soliti rumori degli ‘abitanti’ del nostro giardino, che però continuano a rallegrarci la ‘tarda’ vita.

Chi volesse conoscere di più su rondini, rondoni e balestrucci, sulle loro differenze ed etologia, può gratuitamente chiederlo a Google.

Si può leggere anche la poesia “Rondini ed Unicorni” richiamandola da CERCA.

“LE NUOVE GENERAZIONI ED I PROBLEMI PLANETARI: immettiamo il folclore nel circuito culturale”; a cura di Piero Pistoia

CURRICULUM DI PIERO PISTOIA :

piero-pistoia-curriculumok (#)

IMMETTIAMO IL FOLCLORE NEL CIRCUITO CULTURALE

Premessa

Per rendere efficace per la scuola il processo di inserimento del folclore nei circuiti culturali, sembrerebbe necessario cercare di canalizzare il Mondo-3 (una specie di Iperuranio culturale popperiano, mutuando l’idea platonica, dei problemi, delle argomentazioni critiche, delle teorie…) con il Mondo-2 (mondo culturale del sentimento e della creatività s.l….).

Per leggere l’articolo cliccare sul link:

PROBLEMI PLANETARI0_P. Pistoia

Rivisitato e trasferito da ‘Volterra 7’ anno III N.21

IN PRINCIPIO ERA L’INNOCENZA: riflessioni per ricerche, parte prima; a cura di Vittorio Pedrinazzi

NB – A Roberto Niccolini è piaciuto questo post, come da mail inviata all’all’Amministratore il 30-Gennnaio-2019.

 

IN PRINCIPIO ERA L’INNOCENZA, PARTE PRIMA: RIFLESSIONI DIFFORMI  PER RICERCHE, AL MARGINE DELLA VIGENTE CULTURA GLOBALIZZANTE

a cura di Vittorio Pedrinazzi

Per leggere l’articolo cliccare su:

in-principio-parteprima1

Da continuare….

IN PRINCIPIO ERA L’INNOCENZA: riflessioni per ricerche, parte seconda; a cura di Vittorio Pedrinazzi

IN PRINCIPIO ERA L’INNOCENZA: RIFLESSIONI PER  RICERCHE, parte seconda; a cura di Vittorio Pedrinazzi

N.B. Chi vuole leggere l’articolo, in pdf, in sezioni separate, cliccare sopra i  successivi links; tornando indietro ogni volta all’articolo, per leggere il resto, cliccando sulla freccia in alto a sinistra!

1,5, IN PRINCIPIO SECONDA PARTE prova

6 UN PIANETA UNICO

7,8 ETICA MORALE etica della terra

9 PR0GRESS1

10, 11 sviluppo e crescita

12 C0S’E’ MODERNO

13_ 14 LIBERTA1

15, 16, 17 RAZIONALITA E INTELLIGENZA

Da continuare….mancano ancora una decina di pagine

N.B.Al termine del lavoro, potremmo inserire questa intera seconda parte dell’articolo in un unico file in pdf! con UN UNICO LINK. Unendo anche la prima parte, l’autore, se vorrà, potrebbe ricavarne uno stampato di tutto lo scritto in pdf da rilegare a piccolo libro.

	                    
 BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE (da aggiornare)


Lao TSE “Il Libro della Norma e della sua applicazione”, Rizzoli

M. Fukuoka “La rivoluzione del Filo di Paglia”, Libreria Fiorentina

H. Thoreau “Walden ovvero la vita nei boschi”,  Mondadori

C. L. Strauss  “Il pensiero selvaggio”, Il Saggiatore

M. Sahlins  “L'economia dell'età della pietra”,  Bompiani

G. Sneider “La grana delle cose”, Gruppo Abele

G. Sneider “Nel mondo selvaggio”, Ed. Red

I. Illich 	“Lavoro Ombra”, 	Mondadori
	“Il genere e il sesso”
	“La convivialità”
	…. e tutti gli scritti.

M. Bookchin “L'Ecologia della Libertà”, Elèutera

P. Rossi 	“Cultura e Antropologia”, Einaudi

P. Rossi “Il concetto di Cultura”, Einaudi

J. Neihardt “Alce Nero parla. (Edizione con introduzione di G. Dossena)”, Mondadori	                                                       
	

Dee Brown “Seppelite il mio cuore a Wounded Knee”, Mondadori
	

Dee Brown “Attorno al fuoco”, Mondadori

C. A. Eastman “L'anima dell'Indiano” Adelphi

N. Minella “Indiani Oggi”, Gamma Libri

M. Morieri “bibliografia completadi testi  e documenti relativi agli indiani del Nord America).

Fra Bartolomè “La leggenda nera de las Casa”,  Feltrinelli


V. Von Nagen “Il Mondo dei Maya  L'impero degli Incas”,  Melita Ed.
	.

R. Bircher  “Gli Hunza il popolo della salute”,  Libreria Fiorentina
	

W. Berry “Il corpo e la terra”, Libreria Fiorentina

M. K. Gandhi  “Villaggio e autonomia”, Libreria Fiorentina
	(... e tutti i suoi scritti).